Ultimo aggiornamento: 16 aprile 2018 alle 15:29

In monastero…

Un giovane monaco amanuense è appena arrivato nel monastero che gli è stato assegnato.
Il suo primo compito è quello di aiutare gli anziani monaci a copiare i testi canonici.
Mettendosi al lavoro, nota che le copie non vengono fatte dagli originali, ma da altre precedenti copie (ovviamente scritte a mano).
Va allora a parlare con il priore e gli fa notare che, in questo modo, se viene fatto un errore di trascrizione questo verrà poi ripetuto in tutte le copie successive.
Il Priore risponde : “Eh, figliolo caro, ma noi abbiamo sempre fatto così…Comunque la sua osservazione è giusta: andrò io stesso a verificare gli originali!”.
Così il Priore scende nel profondo delle cantine, dove sono conservati gli originali.
Alla fine della giornata non si fa vedere.
Neanche per cena. Nè per tutta la serata.
A notte inoltrata i monaci, preoccupati, decidono di scendere per vedere cosa sia successo.
Quando arrivano giù, trovano il Priore che piange disperato, sbattendo la testa contro un vecchissimo testo e ripetendo:
“ERA VOTO DI CARITA’, CAXXO!!! NON DI CASTITA’!!!”

(Visited 79 times, 1 visits today)

Scrivi un commento

Your email address will not be published.


*