Ultimo aggiornamento: 14 dicembre 2017 alle 18:23

Era così ricco che la sua camicia era fatta d’oro, fino a quando la vita gli ha fatto pagare pedaggio nel peggiore dei modi

Ricordate l’uomo dalla maglietta d’oro? Il suo vero nome era phuge datta, un mercante ed usuraio, che nel 2013 divenne famoso dopo essersi fatto realizzare una camicia interamente realizzata in oro.
Beh, la vita ha deciso di diventare crudele con lui e lo scorso 16 marzo è stato ucciso da un gruppo di 12 uomini.
Il milionario e controverso autore di frasi come “io so che non sono tra gli uomini più attraenti, ma sicuramente nessuna donna resisterà a questa maglia.”

Questa famosa maglia d’oro è davvero difficile da portare, pesa ben 3 kg.
Phuge proveniva da una famiglia molto povera, e sin da piccolo si era dedicato a commercio e “prestiti”.
Tuttavia, una volta raggiunto il successo, ha speso ingenti somme di denaro per amici e vicini che sapevano che non era più povero. Così chiamo se stesso “l’uomo d’oro”.
La famosa camicia costò all’uomo ben 250 mila dollari, come raccontato dalla bbc, e fu realizzata da 15 orfani che lavoravano per ben 16 ore al giorno, qualcosa che per noi è a dir poco inconcepibile.
I presunti assassini erano invitati ad una festa di compleanno a dighi zona. Secondo quanto riferito dalla polizia alla bbc.

L’omicidio è il risultato di una disputa sul denaro, questa è una linea di indagine che la polizia sta perseguendo.
Come raccontato da phuge la camicia era stata fatta per attirare le donne, come detto in precedenza, secondo l’uomo “nessuna donna poteva non essere abbagliata da essa”.
“la maglia d’oro è sempre stato uno dei miei sogni”, aveva dichiarato al quotidiano indiano pune mirror. “sarà un abbellimento per la mia reputazione come ‘l’uomo d’oro di pimpri’ “.
La camicia andava indossata con polsini ed anelli fatti appositamente.

(Visited 97 times, 1 visits today)

Scrivi un commento

Your email address will not be published.


*