Ultimo aggiornamento: 12 dicembre 2017 alle 19:54

Vitalizi intoccabili, pensionati in fuga all’ estero e italiani che fanno la fame. Questa e’ l’ Italia oggi.

Pensionati che fuggono all’ estero per una vecchiaia dignitosa, vitalizi in costante aumento, e italiani che fanno la fame e non arrivano a fine mese. Questa e’ la situazione in cui versa l’ Italia. I cittadini reclamano i loro diritti: ” vogliamo andare in pensione dopo 41 anni di lavoro” gridano arrabbiati. ” la pensione d’ oro e’ mia, mi spetta” ribadiscono gli uomini di potere. Tra un urlo e l’ altro, le mogli e i parenti di politici defunti intascano vitalizi da 54 o 66 anni. C’ e’ chi da 14 anni accumula oltre un milione di euro e chi continua a percepire stipendi da nababbi ( senza pagare i contributi dovuti). Si mostrano con un’ aria pacata davanti alle telecamere. Va bene cosi, e’ la vita. Va meno bene per gli italiani che non arrivano a fine mese. Quotidianamente si sentono storie agghiaccianti come quella di un uomo costretto a vivere nei bagni di un cimitero. O come quella di una signora di 87 anni che abita con il figlio in un box al freddo e con pochi euro. E che dire di quelli che dormono nel camper? Devono convivere con questa triste realta’. L’ Italia non e’ forse il paese piu bello del mondo? Non piu’. E’ bello solo per chi intasca pensioni d’ oro e vitalizi. E lo fanno senza scrupoli fregandosene dei casi summenzionati. Guai a toccare i privilegi della classe dirigente politica! Possibile dunque che ci si debba rivolgere alla televisione per denunciare la condizione di malessere in cui sono costretti a vivere milioni di italiani? E’ grave perche’ questo compito spetterebbe alle istituzioni. Ma a quanto pare prima vengono i diritti acquisiti, poi lo spreco di soldi in cene a base di ostriche e champagne e forse, se avanza qualcosa nel portafoglio, arrivano gli aiuti per gli italiani. Il Populista

(Visited 11 times, 1 visits today)

Scrivi un commento

Your email address will not be published.


*