Ultimo aggiornamento: 11 dicembre 2017 alle 15:33

“La malattia mi ha distrutta…”. Sparita dalla televisione da tempo, per la prima volta Victoria Cabello confessa la verità. Anni di sofferenze e cure incessanti

Simpatica, davvero vitale e originale, Victoria Cabello per molto tempo è stata un volto familiare della televisione italiana. Poi è sparita. Da circa 3 anni la bella londinese non si è più fatta vedere in video. Anni difficili in cui ha dovuto lottare contro una malattia che l’ha minata profondamente. Solo oggi la 42enne si è decisa a parlarne e a svelare il suo calvario. La conduttrice ha infatti dovuto combattere una battaglia contro il morbo di Lyme, un batterio che attacca le zecche e in questo modo viene trasmesso all’uomo. In un’intervista rilasciata al Corriere della Sera la Cabello ha spiegato la sua situazione. “All’inizio mi sentivo tanto stanca, poi la cosa è andata peggiorando, ma non si arrivava a una diagnosi – ha raccontato il volto televisivo – sono sempre stata un po’ avanti: anche in questo caso sono il primo personaggio pubblico qui ad aver sofferto di questa malattia. Resto una trend setter. Ora, dopo la malattia, voglio fare solo cose che mi divertono”. Dopo cure incessanti, infatti, il peggio è passato e oggi la giovane donna è guarita.


Con nuova grinta Victoria è pertanto pronta a ricominciare, con un nuovo inizio. Il suo ‘debutto’ avverrà sul canale tv DeaJunior. Un vero cambiamento che punta a conquistare il pubblico dai più piccoli. Infatti la Cabello introdurrà le puntate dei cartoni animati Monchhichi, le scimmiette nate nel ’74 in Giappone come bambolotti e poi diventati, nel 1980, una serie tv cult nel mondo. Ora, dopo 35 anni, i Monchhichi tornano in Italia, tutti i giorni (dal 3 novembre alle ore 19.30) sul canale televisivo della De Agostini. “Ero così fan dei Monchhichi – spiega la conduttrice – che la bimba che è in me ha detto subito sì. La sfida era rivolgermi a un pubblico diverso. L’ho fatto trattando i bambini da persone”.

All’inizio di ogni puntata la Cabello farà dei mini tutorial in cui spiegherà usi e costumi del Giappone. E sua sarà anche la sigla dei cartoni animati. Dopo lo stop forzato, sono veramente tanti i progetti che frullano nella testa della bella e simpatica Victoria e la voglia di ricominciare è grande: “In questi anni le offerte non sono mancate – spiega – ma le carriere migliori si costruiscono sui ‘no’ e non ho l’ansia dello stare fuori dal giro. In questi anni ho scritto una serie tv, due programmi, un mockumentary e prodotto un documentario sulla Siria (Border). Poi voglio scrivere un libro e, assolutamente, diventare un’influencer entro i 45 anni”. caffeinamagazine
(Visited 116 times, 1 visits today)

Scrivi un commento

Your email address will not be published.


*