Ultimo aggiornamento: 11 dicembre 2017 alle 19:26

Asia Argento umiliata da Brignano: “Accusa Weinstein ma con lui… Sai che fa se uno ti dice…?”

Enrico Brignano parla a ruota libera in un’intervista del Corriere della Sera e si schiera dalla parte di Fausto Brizzi nella bufera sulle molestie, il regista del suo film “Poveri ma ricchissimi” in uscita a metà dicembre. Dal film natalizio è stato rimosso il nome del regista a seguito delle accuse di molestie sessuali:”Non è stato cancellato, è lui che si è defilato dalla promozione. Ora qualsiasi cosa faccia o dica, è negativa”. L’appoggio verso il regista è totale: “I fatti non sono stati ancora denunciati ai carabinieri. C’è solo uno show, Le Iene, che per sei puntate ha mostrato ragazze camuffate che hanno dichiarato di essere state molestate da Brizzi. Ricordiamo Gigi Sabani? E’ morto di crepacuore per un’ingiusta accusa. Enzo Tortora? I casi sono molti. Da una parte ci sono donne violentate quotidianamente, ed è un dramma, ma ce ne sono anche altre che farebbero carte false per apparire. A chi spetta giudicare? Alla tv o a un tribunale, che agisce su denunce, prove e sulla possibilità dell’accusato di difendersi?”.

Brignano poi rincara la dose anche nei confronti dell’ex Miss Italia, Clarissa Marchese: “E se uno dice “spogliati nuda“, ti ha fatto una violenza? No, ti ha fatto una proposta. Digli di no e vai via. Bisogna stare attenti a catalogare tutto come molestia, se no anche io vengo sempre molestato. Mi chiedono di fare delle foto e non voglio. Ma le faccio, perché se no chissà cosa dicono…Però dico anche a Miss Italia: lui ti ha chiesto di spogliarti? E quindi? E tu ti sei spogliata? No. E quindi? Chiunque vorrebbe vedere Miss Italia nuda… E perché ci torni il giorno dopo? Allora anche io ho molestato delle ragazze: in discoteca, avevo 14 anni. Ci provavo e loro non volevano, eddai, dammi un bacetto, eddai”. Il riferimento ad Asia Argento non manca ed è una stoccata: “Asia Argento ha detto che, 20 anni fa, lui ha fatto quello che ha fatto. Ma poi sappiamo che per cinque anni gli era stata amica e che, attraverso di lui, ha fatto 4 film“. L’attore conclude la sua intervista augurandosi che il film non risenta dello scandalo, “se un film è divertente è divertente, punto”. Libero

(Visited 151 times, 1 visits today)

Scrivi un commento

Your email address will not be published.


*