Ultimo aggiornamento: 7 dicembre 2017 alle 21:53

Nadia Toffa, dopo la risonanza magnetica: ecco le cause del malore

Nadia Toffa è  uscita dal coma dopo il ricovero all’ospedale di Trieste e il trasferimento al San Raffaele di Milano dopo il malore per una patologia cerebrale che l’ha colpita sabato 2 dicembre. La conduttrice delle Iene è tornata vigile e cosciente ma resta in terapia intensiva. Queste sono le ore di esami medici tra cui una risonanza magnetica, scrive il Corriere della Sera. “Ho preso una bella botta ma tengo duro”, ha scrito lei su Facebook. Ma sulle sue condizioni di salute non ci sono ancora certezze e non si sa quando potrà lasciare la neuro-rianimazione. Il primario Luigi Beretta e il neurochirurgo e docente universitario Pietro Mortini, che la stanno seguendo, non si esprimono. Quel che è certo è che il malore comunque non è da attribuire a ictus o aneurismi e la prognosi rimane riservata.

 L’unico bollettino medico è stato quello dell’ospedale di Cattinara di Trieste che ha parlato di “patologia cerebrale in fase di definizione“. Secondo alcune fonti, la causa del malore sarebbe un evento ischemico di modesta entità. Una parziale mancanza di afflusso sanguigno ai tessuti cerebrali che causa danni in funzione dell’intensità e della durata del trauma. Considerando che la conduttrice è tornata cosciente e reattiva dopo poche ore, la ripresa dovrebbe essere totale. Per quanto riguarda i tempi di recupero, nessun bollettino medico ufficiale è ancora stato segnalato. In attesa di nuovi aggiornamenti non ci resta che augurare una pronta guarigione.

(Visited 477 times, 1 visits today)

Scrivi un commento

Your email address will not be published.


*